Login:
Registrati ora Password Dimenticata?
Malala Yousafzai
Segnalata da:
Anna Brunelli
 
a.brunelli@fondazioneemblema.it
anna.brunelli2

Malala Yousafzai

Mingora, 12 luglio 1997

Malala Yousafzai nel 2014, a 14 anni, è stata la più giovane vincitrice del Nobel per la Pace, ottenuto, in particolare, per il suo impegno nell'affermazione dei diritti civili e per il diritto all'istruzione delle donne di Mingora, in Pakistan - sua città natale.

Malala Yousafzai è diventata molto conosciuta quando nel 2012 rimase vittima di un attacco terroristico e fu colpita alla testa da un colpo di pistola sparato da un talebano, tre anni prima Malala aveva scritto un testo raccontando della vita durissima cui il regime aveva costretto la sua città e la sua gente e i continui roghi alle scuole femminili appiccati dai talebani: il testo circolò in Pakistan e fu pubblicato sul sito della BBC. A causa di ciò e del suo impegno per migliorare le condizioni di vita delle donne del suo paese venne inserita dai talebani nell'elenco delle persone da colpire. In un intervento del 2013, durante la durante l’Assemblea della gioventù delle Nazioni Unite, a New York ha spiegato che “i libri e le penne sono le armi più potenti” e che “l’educazione è l’unica soluzione”. Parlando del suo attentato, si era anche rivolta direttamente ai talebani, chiarendo che “se pensavano di farci tacere con l’uso dei proiettili, non ci sono riusciti”. Il suo impegno per i diritti civili e il diritto all'istruzione delle ragazze nei paesi musulmani le è valso il Premio Nobel, nel 2014, oltre a numerosissimi riconoscimenti e testimonianze da parte di politici e rappresentanti delle istituzioni di tutto il mondo.



© 2022 FONDAZIONE EMBLEMA • P.I. 03367281205 • Tutti i diritti riservati