Login:
Registrati ora Password Dimenticata?
Grace O'Malley
Segnalata da:
Roberta Paino
 
r.paino@fondazioneemblema.it
r.oberta.paino

Grace O'Malley

Gráinne Ní Mháille

Pirata e rivoluzionaria irlandese 1530-1603 

La prima volta che ho sentito parlare della “regina del mare del Connemara” fu durante un viaggio in Irlanda. Il simpatico autista che da Dublino ci portava alle Cliff allietava il nostro risveglio all'alba con aneddoti e storie della cultura irlandese. Vorrei descrivervi questa donna con le stesse parole con cui l'ho conosciuta io.

Grace era una donna testarda e amante dell' avventura: quando il vento, tipico irlandese, si alzava il suo unico sogno era di navigare il mare che ammirava dalle sue scogliere. Scoraggiata dal padre e dalla famiglia ad intraprendere la professione da marinaio, perché poco adatta ad una donna,  ha sempre risposto con carattere ribelle e poco accomodante. Un giorno per dimostrare la propria caparbietà si tagliò i capelli  e convinse il padre a portarla con sé in un viaggio d’affari. Da questo momento, parve dimenticare la sua tranquilla esistenza di sposa e madre, e si interessò sempre più vivamente al commercio e ai rapporti con la corona inglese, con la quale ingaggiò un coraggioso “braccio di ferro”. Durante il regno di Elisabetta I Tudor (1558-1603), O’Malley incontra la sovrana inglese per “mercanteggiare” circa il rilascio di alcuni tra i suoi figli, fatti prigionieri dalle truppe inglesi. 

Sono numerosissime le leggende e le eroiche imprese che gli irlandesi raccontano su questa figura che è diventata simbolo dell'indipendenza irlandese.



© 2022 FONDAZIONE EMBLEMA • P.I. 03367281205 • Tutti i diritti riservati