Login:
Registrati ora Password Dimenticata?
Fernanda Pivano
Segnalata da:
Anna Brunelli
 
a.brunelli@fondazioneemblema.it
anna.brunelli2

Fernanda Pivano

Genova, 18 luglio 1917 - Milano 18 agosto 2009

Nanda Pivano fu la donna che portò l'America in Italia.

Scrittrice, critica musicale, saggista, traduttrice, giornalista. Fernanda Pivano è stata colei che nell'Italia del dopoguerra e del boom economico ha fatto sì che la letteratura e la cultura americana avessero diffusione e merito nel nostro paese. Genovese, di origini anglo-scozzesi, studiò al Liceo classico d'Azeglio di Torino, compagna di classe di Primo Levi e con Cesare Pavese supplente di Italiano. Per merito di Pavese si appassionò alla letteratura Americana, traducendo Herman Melville, Ernest Hemingway, Edgar Lee Masters, Francis Scott Fitzgerald, William Faulkner e molti altri. Nel 1956 fece il suo il primo viaggio negli States, dove entrò in contatto con Allen Ginsberg, Jack Kerouac,  William Burroughs e Gregory Corso - alfieri e artisti simbolo della Beat Generation.

Amante appassionata della musica lavorò con il concittadino Fabrizio De Andrè, che dalla sua traduzione della Antologia di Spoon River trasse spunto per la scrittura dell'album "Non al denaro, non all'amore nè al cielo".

Il giorno del suo funerale fu Don Andrea Gallo, amico e genovese come lei, a ricordarla alla chiesa gremita di cittadini e estimatori del suo lavoro. Per una carriera trascorsa lavorando con degli uomini Nanda Pivano mantenne sempre uno sguardo unico sulla vita e sul mondo, un fare underground e fuori dagli schemi, interessato a favorire i giovani e i movimenti culturali in grado di scuotere intellettualmente la società civile.



© 2022 FONDAZIONE EMBLEMA • P.I. 03367281205 • Tutti i diritti riservati